"Scrivere è sempre nascondere qualcosa in modo che venga poi scoperto." (Italo Calvino)
Benvenuto, Ospite
Nome Utente Password: Ricordami

Lo Hobbit
(1 Online) (1) Ospite
  • Pagina:
  • 1

ARGOMENTO: Lo Hobbit

Lo Hobbit 20/12/2012 15:18 #7856

nessuno ha ancora aperto questa discussione? (probabilmente vi siete già sfogati su hattrick, brutti nerdacci xD)

ieri sono stato trascinato a vedere lo hobbit (il libro mi era stato simpatico, quando l'avevo letto)

che dire.. un filmucolo tratto da un libercolo scritto da un autorucolo

una delle persone che erano con me ieri sera esordisce, a fine proiezione, con: "un film non all'altezza del libro"

io mi sono sentito in dovere di ricordare che comunque stiamo parlando di un film tratto da un libro scritto da un nerd, mica da dostoevskij

a parte le battute, credo che a tolkien nella vita sia andata parecchio bene

p.s. la scelta di dividere in più film la storia è stata una vera pitoccata
  • 6Rimbaud
  • Offline
  • Maestro di scrittura
  • Messaggi: 1607
6000 piedi al di là dell'uomo e del tempo

Re: Lo Hobbit 20/12/2012 17:23 #7857

6Rimbaud ha scritto:
nessuno ha ancora aperto questa discussione? (probabilmente vi siete già sfogati su hattrick, brutti nerdacci xD)

ieri sono stato trascinato a vedere lo hobbit (il libro mi era stato simpatico, quando l'avevo letto)

che dire.. un filmucolo tratto da un libercolo scritto da un autorucolo

una delle persone che erano con me ieri sera esordisce, a fine proiezione, con: "un film non all'altezza del libro"

io mi sono sentito in dovere di ricordare che comunque stiamo parlando di un film tratto da un libro scritto da un nerd, mica da dostoevskij

a parte le battute, credo che a tolkien nella vita sia andata parecchio bene

p.s. la scelta di dividere in più film la storia è stata una vera pitoccata



visto lunedì... se non lo avete visto NON leggete quello che sto per scrivere...

:pinch: Attenzione: Spoiler!


non commento i tuoi incomprensibili paragoni letterari e le frecciatine nei confronti dell'autore britannico e indirettamente nei confronti degli appassionati tolkeniani... ti consiglio questi due libri, i migliori per capire nel profondo il lavoro del professore:
J.R.R. Tolkien: la via per la Terra di mezzo, Tom Shippey, Marietti e
Schegge di luce. Logos e linguaggio nel mondo di Tolkien, Verlyn Flieger, Marietti.

sono certo che già solo la proposta ti faccia sorridere e che non lo farai mai, ma leggere questi due volumi è l'unico modo per capire la reale portata di tolkien come scrittore e come studioso...
Ultima modifica: 20/12/2012 17:25 Da arturobandini.

Re: Lo Hobbit 20/12/2012 19:06 #7858

valà, vi regalo questo pensiero che ho fatto mentre ho guardato il film ieri sera

avete presente quando i nani cantano quella canzone attorno al camino all'inizio? bene, è stato uno dei pochi momenti belli del film

pensate se avessero cantato queste parole, per dire.. non sarebbe stato mica male, mi son detto mentre guardavo il film.. e questo pensiero rincuorante me lo sono portato appresso in tutte le parti del film che non mi sono piaciute

ora, non voglio mischiare sacro e profano ma anche i king crimson, come molti fra i gruppi di rock progressivo, sono riusciti a creare atmosfere "medioevali" che bene si sposano con quella scena dei nani imho (p.s. non ditelo a robert fripp e peter sinfield che sennò mi fanno arrestare xD)




Night enfolds her cloak of holes
Around the river meadow.
Old moon-light stalks by broken ploughs
Hides spokeless wheels in shadow.
Sentries lean on thorn wood spears
Blow on their hands, stare eastwards.

Burnt with dream and taut with fear
Dawn's misty shawl upon them.
Three hills apart great armies stir
Spit oat and curse as day breaks.
Forming lines of horse and steel
By even yards march forward.
  • 6Rimbaud
  • Offline
  • Maestro di scrittura
  • Messaggi: 1607
6000 piedi al di là dell'uomo e del tempo
Ultima modifica: 20/12/2012 19:10 Da 6Rimbaud.

Re: Lo Hobbit 23/12/2012 16:33 #7859

6Rimbaud ha scritto:
nessuno ha ancora aperto questa discussione? (probabilmente vi siete già sfogati su hattrick, brutti nerdacci xD)

ieri sono stato trascinato a vedere lo hobbit (il libro mi era stato simpatico, quando l'avevo letto)

che dire.. un filmucolo tratto da un libercolo scritto da un autorucolo

una delle persone che erano con me ieri sera esordisce, a fine proiezione, con: "un film non all'altezza del libro"

io mi sono sentito in dovere di ricordare che comunque stiamo parlando di un film tratto da un libro scritto da un nerd, mica da dostoevskij

a parte le battute, credo che a tolkien nella vita sia andata parecchio bene

p.s. la scelta di dividere in più film la storia è stata una vera pitoccata


Non sono un amante di Tolkien e di questo tipo di fantasy, però secondo me esageri. Non mi puoi paragonare Tolkien ad un Manzoni qualsiasi.

  • Acciaio
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 535

Re: Lo Hobbit 30/12/2014 17:25 #12832

Ah ma quindi sta storia di Lo Hobbit va avanti dal 2012??? e l'altro giorno ci avete asciugato la minchia con 120 e più messaggi su whatapp di sta roba?
  • gensi
  • Offline
  • Vice Presidente
  • Messaggi: 3860
La mia vetrina: www.lulu.com/spotlight/gensi

--------------------------

Fortunatamente, ho sempre il difetto di prendermi poco sul serio...
[cit. Carmen Consoli - Fortunatamente]

Re: Lo Hobbit 30/12/2014 17:50 #12834

Ricordo che scelsi di ignorare questa discussione quando lessi queste frasi:

6Rimbaud ha scritto:
che dire.. un filmucolo tratto da un libercolo scritto da un autorucolo

io mi sono sentito in dovere di ricordare che comunque stiamo parlando di un film tratto da un libro scritto da un nerd, mica da dostoevskij


  • Tavajigen
  • Offline
  • Direttore Marketing
  • Messaggi: 2733
Ehi dol! Bel dol! Suona un dong dillo!
Suona un dong! Salta ancor! Salice bal billo!
Tom Bom, bel Tom, Tom Bombadillo!

Re: Lo Hobbit 30/12/2014 19:17 #12835

Com'è che è andata avanti?

Mi aggiornate?

  • Acciaio
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 535

Re: Lo Hobbit 30/12/2014 22:28 #12838

In pratica The Kaspa, uno dei principali detrattori, ha fatto tutto uno spiegone.. non ho capito cosa e se hanno risposto gli altri.
Ho praticamente solo letto la risposta finale scazzata di Cichetto ed ho risposto insultando tutti a mia volta.

Diciamo che la dinamica della discussione vera e propria non l'ho proprio colta se non che il film non centra un cazzo con il libro e che c'è addirittura una nana che si tromba un hobbit.

Ma potrei aver letto fischi per fiaschi.
  • gensi
  • Offline
  • Vice Presidente
  • Messaggi: 3860
La mia vetrina: www.lulu.com/spotlight/gensi

--------------------------

Fortunatamente, ho sempre il difetto di prendermi poco sul serio...
[cit. Carmen Consoli - Fortunatamente]

Re: Lo Hobbit 30/12/2014 23:09 #12841

Senza spoilerare niente, ho letto il libro da poco ed è ovviamente una favola, che tra l'altro mi è piaciuta parecchio nella sua semplicità, per quanto già si colgano alcune tematiche dell'opera maggiore. Non sono per niente d'accordo con Rimb, tanto per cambiare Di recente si stanno diffondendo grandi dibattiti sulle opere di Tolkien, che era professore e filologo se non sbaglio, quindi non un autore di fantasy qualsiasi. Ha influenzato un intero genere letterario oggi diffusissimo, potremmo dire che ha messo alcune basi su cui tutte le opere sucessive hanno fatt affidamento, senza contare l'immenso lavoro per creare un vero e proprio mondo parallelo, compiendo una operazione linguistica straordinaria
...sto ancora imparando, poichè l'apprendimento non ha limiti...

Re: Lo Hobbit 30/12/2014 23:11 #12842

ps: no, col libro ha poco a che fare, P.J. ha proprio esagerato (in negativo) stavolta...anche se devo ancora vedere il terzo film
...sto ancora imparando, poichè l'apprendimento non ha limiti...

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 03:21 #12844

Ho capito l'andazzo generale della diatriba, che è semplicemente quella partita anni fa e ripresa via w.u.

Quindi ripeto sinteticamente il mio pensiero (xchè direte voi?) perchè il mio pensiero vale sempre più di tutti, tutto qua. eh.

1. Tolkien ha creato un genere, ha aperto un strada, può piacere o meno, ma in questo è stato un precursore e un grande. Tutti gli altri vengono dopo di lui, e saranno sempre meno. anche se saranno bravissimi.

2. Ho letto tutti i libri di Tolkien e visto tutti i film... l'ultimo la settimana scorsa. Trovo libri e filmi discretamente piacevoli ma non riscontrano la mia massima approvazione. In tuna scala da 0 a 10, darei 6,5 tirato perché ne ricosco la qualità ma non apprezzo chissà quanto la storia, i personaggi e l'ambientazione.

3. Sarei pazzo, anche se non apprezzo moltissimo la storia e lo stile, a non riconoscerne la qualità nell'immensità dell'opera e nell'originalità del tutto tenendo conto di quando è stata scritta.

Rimbaud... suca. ma ti voglio bene lo stesso.

  • Acciaio
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 535

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 03:30 #12845

Ah, per fare un parallelo con uno scritto di uno molto meno famoso, Alain Damasio.
"L'orda del vento".


Non sarà mai famoso quanto Tolkien ed i suoi scritti.


Ma per come vedo io la scrittura, la storia, l'originalità, la passione ed il sentimento che un romanzo trasmetto al lettore... quello che ha scritto Damasio con "L'orda del vento" vale 1000 Tolkien ed "Il signore degli anelli" ... ma vale anche 1000 Dostoevskj e "I Fratelli Karamazov"...

Perchè?


Perchè io la famiglia Karamavozov non vorrei mai incontrarla nella vita reale e... se succedesse meriterebbe la fucilazione immediata per evitare di corrompere qualsiasi vicino... erano dei pazzi scatenati che stavano bene in manicomio. Fine.

Un libro come "L'orda del vento" mi ha lasciato di stucco e affascinato. "I fratelli Karamazov" nonostante ne abbia capito l'immensità letteraria mi ha lasciato infastidito e schifato.
  • Acciaio
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 535
Ultima modifica: 31/12/2014 03:31 Da Acciaio.

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 10:41 #12846

Alla fine, come è logico che sia, è sempre una questione di gusti...può darsi che gli appassionati di Dostoevskij fucilerebbero te per queste affermazioni, può darsi che qualcuno tra noi rimarrebbe indifferente al libro di cui parli, può darsi che tanti altri siano d'accordo con te...è tutto soggettivo
...sto ancora imparando, poichè l'apprendimento non ha limiti...

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 13:41 #12847

Wong Fei Hung ha scritto:
...può darsi che gli appassionati di Dostoevskij fucilerebbero te per queste affermazioni


Senza può darsi...




Io apprezzo molto il Dosto comunque, non è che lo consideri poco eh. Anzi!
  • Acciaio
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 535

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 13:57 #12848

non ne dubito, però mi interessa sottolineare l'aspetto del giudizio soggettivo, che è quello per cui mi "battevo" con Steve e altri sul discorso del tema...di lui ho letto solo Le notti bianche e Il giocatore, carini ma non entusiasmanti, aspetto di leggere le opere maggiori per valutare meglio...
...sto ancora imparando, poichè l'apprendimento non ha limiti...

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 14:38 #12849

Wong Fei Hung ha scritto:
non ne dubito, però mi interessa sottolineare l'aspetto del giudizio soggettivo, che è quello per cui mi "battevo" con Steve e altri sul discorso del tema...di lui ho letto solo Le notti bianche e Il giocatore, carini ma non entusiasmanti, aspetto di leggere le opere maggiori per valutare meglio...


Son d'accordo sul discorso del "soggettivo".
Non sul tema/fuori tema.

Se a Dostoevskij commissionavano un romanzo breve sulla guerra e se ne usciva con "Le notti bianche" sta sicuro che non glielo pubblicavano e anzi gli davano del *****. Anche se il romanzo meritava.

Per dire...
  • Acciaio
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 535

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 14:52 #12850

Acciaio ha scritto:
Wong Fei Hung ha scritto:
non ne dubito, però mi interessa sottolineare l'aspetto del giudizio soggettivo, che è quello per cui mi "battevo" con Steve e altri sul discorso del tema...di lui ho letto solo Le notti bianche e Il giocatore, carini ma non entusiasmanti, aspetto di leggere le opere maggiori per valutare meglio...


Son d'accordo sul discorso del "soggettivo".
Non sul tema/fuori tema.

Se a Dostoevskij commissionavano un romanzo breve sulla guerra e se ne usciva con "Le notti bianche" sta sicuro che non glielo pubblicavano e anzi gli davano del *****. Anche se il romanzo meritava.

Per dire...


Bhe non stiamo a riprendere qui tutta la discussione con Steve, alla fine si parlava di Tolkien! Anche perchè estremizzando così si spiega poco, senza contare che dal mio punto di vista anche l'importanza dello stare in tema è qualcosa di soggettivo. Sto passando per quello che premia ciò che non è in tema, non è certo quello che intendo io! XD
...sto ancora imparando, poichè l'apprendimento non ha limiti...

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 17:06 #12851

Wong Fei Hung ha scritto:
... Sto passando per quello che premia ciò che non è in tema, non è certo quello che intendo io! XD


Ormai è così. Mettitela via!



Happy New Year!
  • Acciaio
  • Offline
  • Premio Pulitzer
  • Messaggi: 535

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 17:25 #12852

Acciaio ha scritto:
Wong Fei Hung ha scritto:
... Sto passando per quello che premia ciò che non è in tema, non è certo quello che intendo io! XD


Ormai è così. Mettitela via!



Happy New Year!



Ahahaah maledizione!!! XD Ne approfitto per fare gli auguri a tutti ragazz, felice (speriamo) anno nuovo!!
...sto ancora imparando, poichè l'apprendimento non ha limiti...

Re: Lo Hobbit 31/12/2014 19:34 #12853

Auguri e saluti da Rimini!
  • gensi
  • Offline
  • Vice Presidente
  • Messaggi: 3860
La mia vetrina: www.lulu.com/spotlight/gensi

--------------------------

Fortunatamente, ho sempre il difetto di prendermi poco sul serio...
[cit. Carmen Consoli - Fortunatamente]
  • Pagina:
  • 1
Tempo generazione pagina: 0.44 secondi
Copyright © 2024 UniVersi. Tutti i diritti riservati.
Joomla! è un software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.